In ottemperanza alla Delibera Agcom n. 46/17/CONS (che sostituisce le Delibere n. 514/07/CONS e n. 202/08/CONS), Newnix rende note le agevolazioni previste a favore degli utenti disabili non vedenti e non udenti e invalidi con gravi limitazioni della capacità di deambulazione, ai sensi dell’art.1 comma 1 lettere j) e k) della medesima Delibera.

Newnix riconosce agli utenti sordi, ciechi totali e ciechi parziali e invalidi con gravi limitazioni della capacità di deambulazione, a prescindere dalla tecnologia e dalla velocità di connessione prescelte dal richiedente, una riduzione del 50% del canone mensile per tutte le offerte di  navigazione ad internet flat o prepagata.

Newnix garantisce la realizzazione di ogni richiesta da parte dell’utente di cambio di piano tariffario, indipendentemente dalla tecnologia di connessione, laddove tecnicamente possibile, senza alcun costo per l’utente finale, salvo i casi di reiterate ed immotivate richieste di cambio profilo.

La domanda per la suddetta agevolazione è scaricabile dal seguente link (“Domanda agevolazioni disabili“) e dovrà essere presentata dall’utente a Newnix al momento della sottoscrizione del contratto o in qualsiasi momento successivo del rapporto contrattuale.

Alla domanda dovrà essere allegata esclusivamente la certificazione medica rilasciata dalla competente autorità sanitaria pubblica comprovante la sordità, la cecità totale e parziale e invalidità con gravi limitazioni della capacità di deambulazione nonché – per il caso in cui la domanda sia presentata da un utente convivente con il soggetto avente diritto – anche la certificazione relativa alla composizione del nucleo familiare.

L’agevolazione avrà effetto dal giorno di presentazione della domanda, completa della suddetta documentazione, per tutta la durata del rapporto contrattuale. L’utente contraente è tenuto a comunicare immediatamente a Newnix la data in cui il soggetto avente diritto all’agevolazione abbia eventualmente cessato di far parte del nucleo familiare. A decorrere dalla stessa data, in ogni caso, l’agevolazione non sarà più riconosciuta e Newnix avrà il diritto di richiedere il pagamento del servizio indebitamente fruito.